log_cabin   Di seguito le istruzioni per realizzare (a vs scelta) una copertina per carrozzina o lettino (o entrambi) con la tecnica patchwork chiamata ‘Log Cabin’.  Buon lavoro. Alcune regole fondamentali prima di iniziare qualsiasi patchwork, per poter ottenere i migliori risultati. Cura dei tessuti I tessuti vanno lavati prima dell’utilizzo in acqua calda per vedere se perdono colore; se così fosse immergerli per un’ora in acqua fredda con l’aggiunta di aceto di vino bianco (la proporzione e’ di due parti d’acqua e una di aceto). Sciacquare in acqua calda e se qualche tessuto dovesse ancora perdere colore eliminarlo, potrebbe in seguito rovinare tutto il lavoro. Stiriamo poi con cura, per eliminare ogni piega del lavaggio. Il tessuto deve innanzitutto essere squadrato, operazione che si esegue sul tessuto piegato in 2 o 4 parti, cimosa contro cimosa. Allineiamo il tessuto così piegato su una qualunque delle righe della tavoletta antitaglio e posizioniamo la squadra lungo il margine destro della stoffa, cercando di eliminarne la quantità minore possibile di tessuto. Tagliamo sempre facendo ruotare la lama dal basso verso l’alto (allontanando il cutter da noi) e mai in posizione seduta, non riusciremmo a far sufficiente pressione sulla squadra per ottenere un taglio preciso e netto. Facciamo scorrere la mano sulla squadra verso l’alto, accompagnando il taglio del tessuto per evitare che la squadra stessa si sposti al passaggio della lama, un problema che si presenta facilmente quando si utilizza la squadra lunga. Aghi Gli aghi per la cucitura a macchina sono quelli per le normali cuciture (mis. 80/90), per trapuntare a macchina dobbiamo utilizzare aghi speciali chiamati “quilting needles” (130/705 h-q) della Schmetz, per trapuntare a mano utilizziamo aghi corti speciali per trapunto con misure dal n° 10 al n°12 per iniziare, con la pratica si utilizzeranno aghi sempre più piccoli. Consigliati gli spilli per il patchwork, in quanto più lunghi e sottili e non creano problemi alla macchina da cucire. Effetto invecchiato Per invecchiare i tessuti, immergerli in una pentola dove abbiamo fatto bollire acqua con te’ (5-6 bustine per litro) lasciandoli in ammollo per 30 minuti circa, dopodiché sciacquare in acqua fredda. Componenti del quilt Il quilt è fatto da una parte superiore chiamato “top” o “patchwork”, la parte interna (imbottitura) chiamata “batting”, e la parte posteriore “backing”. Una volta assemblato il quilt si impuntura sia per tenere uniti i tre componenti (top, batting e backing) che per abbellirlo magari con disegni a piacere. Ogni sezione delle tante di cui è composto il “top” si chiama “blocco”. Il margine per le cuciture deve essere tassativamente di 6 mm e e bisogna stirare gli orli nella direzione del tessuto più scuro a meno di altre indicazioni. Non utilizziamo il vapore, perché deforma il tessuto. Attenzione al verso che abbiamo dato alla stiratura perché quando andiamo ad unire le varie sezioni o i vari blocchi gli orli devono essere opposti, cioè nei vari incroci devono essere piegati uno opposto all’altro, non dalla stessa parte, proprio per evitare accumuli di tessuto difficili poi da trapuntare. Al momento dell’assemblaggio dei vari pezzi o dei vari blocchi, possiamo invertire il verso degli orli se essi non sono opposti, avendo cura poi di stirare nel nuovo verso. Inutile ribadire che la precisione nel quilt è essenziale, quindi massima attenzione al taglio, alle cuciture e alla stiratura. Ogni pezzo del “top” va sovrapposto ad un altro diritto su diritto del tessuto e cucito lasciando un margine di 6 mm dalla cucitura. Per facilitare il lavoro esistono piedini accessori specifici per quiltare, oppure una soluzione artigianale è quella di applicare del nastro adesivo, tipo quello che usano gli imbianchini, sulla placca ago della macchina da cucire così da avere una guida. Regolate la lunghezza del punto a 2,5 mm e ricordate di fermare il punto all’inizio e alla fine della cucitura (tasto retromarcia sulle meccaniche o tasto ferma-punto sulle computerizzate). Per evitare fastidiosi spostamenti quando si uniscono i “blocchi” uno all’altro è preferibile fermarli con spilli da quilt. Le impunture (quilting) si eseguono a lavoro ultimato prima di aggiungere il bordino esterno. Di solito si fa di fianco o lungo le cuciture del “top” e la tecnica tradizionale prevede l’esecuzione a mano. Se siete esperte di macchine da cucire potete avere un effetto simile con punti per quiltare o con macchine semplici con un punto leggermente più lungo 3-3,5 mm. Se si vuole si può abbellire il “patwork” con disegni a piacere, specialmente sui bordi, utilizzando delle penne cancellabili per trasferire il motivo dagli appositi stencils per quilt al tessuto e quindi impunturando sul disegno tracciato. Per impunturare a dovere è necessario fare punti molto piccoli e uniformi, abilità che si acquisisce con il tempo usando degli aghi specifici per il quilt. E’ preferibile utilizzare un telaio senza tendere troppo l’area interessata. Se invece volete fare senza telaio abbiate l’accortezza che la stoffa della parte inferiore “backing” sia sempre tesa.

  • Prendete circa 50 cm per quiltare e fate un nodo all’estremità. Si inizia sempre dal centro dellavoro infilando l’ago dal rovescio (vedi fig. 1) e tirando fino a far passare il nodo in modo che oltrepassi il “backing” e si fermi sull’imbottitura (vedi fig. 2).
  • Reinserite l’ago dal “top” che prenda i 3 strati, quando lo sentirete toccare la mano sul rovescio del lavoro reinseritelo verso il “top” per formare un altro punto e continuate così fino ad avere 3-4 punti (vedi fig. 3). Pensate al movimento di una barchetta sulle onde.
  • Completata una zona o finito il filo, fate un nodino il più piccolo possibile vicino alla superficie del “top” avvolgendolo all’ago un paio di volte e tirando l’ago attraverso.Fate un punto indietro e tirate il nodo all’interno dell’imbottitura in modo da nasconderlo.

Finito di impunturare (a mano o con la macchina da cucire) pareggiate il lavoro (i tre strati del quilt devono risultare pari) . Taglierina a disco La prima cosa che ci sentiamo di dirvi è ATTENZIONE. La taglierina è molto tagliente e quindi pericolosa e va tenuta fuori portata di mano dei bambini e di inesperti anche se adulti. Va usata su una base antitaglio apposita con righelli di varie dimensioni che servono sia da guida che a tenere fermo il tessuto. E’ preferibile svolgere il lavoro in piedi in modo da avere tutto sotto controllo. Prima di cominciare tagliate la cimosa dai tessuti e Attenzione alla precisione nel taglio e nella cucitura Copertina Log Cabin per carrozzina o lettino del bimbo Ritagliate un pezzetto da ogni tessuto dividendoli tra chiari = C e scuri = S e numerandoli tipo C1, C2 ecc. Tagliare strisce da 2,5 cm. Per il centro di ogni blocco è preferibile usare un colore chiaro (bianco o ecru) diverso dagli altri. Sono in tutto 24 blocchi Log Cabin. Tagliare una striscia di 2,5 x 34 cm per il centro. Lo stesso dai tessuti C1 e C3. Cucire una striscia del centro alla C1 e l’altra alla C3 dritto su dritto avendo cura di lasciare un bordo di 6 mm. Stirare l’orlo verso il tessuto più scuro. Usando taglierina e righello tagliare le 2 strisce ottenute in sezioni da 2,5 cm così da ottenere 24 pezzi. Da C1 + S1 e da C3 + S3 tagliare 12 sezioni di 2,5 cm x la lunghezza della sezione centrale. Cucire ai lati come da fig. 6 e stirare verso l’esterno. Da C2 + S1e da C4 + S3 tagliare 12 sezioni di 2,5 cm. Cucire alla parte sup. e inf. come da fig. 7 . Stirare. Da C2 + S2 e da C4 + S4 tagliare 12 sezioni di 2,5 cm. Cucire ai lati come da fig. 8. Stirare. Da S2 e da S4 tagliare 12 strisce da 2,5 cm e cucire alla parte inf. come da fig. 9. Stirare Cucire un blocco all’altro facendo coincidere i lati chiari e i lati scuri. Vedi fig. 10 Tagliare 2 strisce di 4 cm per la lunghezza del “top” dal tessuto del bordo interno. Cucire ai lati e stirare verso l’esterno. Tagliare ancora 2 strisce e cucire alle parti inf. e sup. Stirare. Tagliare 2 strisce da 8 cm per il bordo di mezzo e cucire come fatto per il primo. Tagliare per il 3° bordo strisce da 10 cm e per il 4° da 6 cm. Cucire come sopra, e stirare tutti gli orli all’esterno. Tagliare il tessuto per il rovescio o “backing” di 4-5 cm più grande, per tutti i 4 lati, del “top” e stenderlo sul tavolo con il dritto verso il tavolo e il rovescio rivolto verso se stessi. Mettere l’imbottitura eliminando grinze e arricciature. Stendere il”top” con il dritto verso se stessi, sull’imbottitura o “batting” e imbastire con punti molto lunghi partendo dal centro verso gli angoli e verso i lati. Se volete abbellire il lavoro, con uno stencil e una matita per quilt riportate il disegno sul primo bordo o anche sui seguenti a vs piacere. Fate impunture che attraversino la diagonale di tutto il “top” facendo in modo da attraversare il centro di ogni “blocco” formando dei rombi e impreziosendo il lavoro. La cosa importante è partire sempre dal centro del “top” proseguendo verso prima verso gli angoli e poi verso i lati. Montare il telaio al centro e spostarlo all’occorrenza. Terminato di impunturare pareggiare i due strati (batting e backing) al “top”. Bordino rinforzato. Ricavare dal tessuto del 3° bordo a da altro a vs piacere 2 strisce di 4 cm x la lunghezza del “top”. Piegare a metà e stirare per avere un bordino a 2 strati. Cucire ai lati lasciando il lato aperto verso il margine del “top”. Tagliare 2 strisce e cucire agli altri 2 lati. Rivoltare il bordo rinforzato sul rovescio e fissarlo a mano con punti nascosti. Il Vostro “Quilt” è terminato, potete firmarlo come meglio credete. La cura del Vostro “Quilt” Evitare di esporre il “quilt alla luce diretta del sole, per non scolorire i tessuti. Lavare a mano o in lavatrice con ciclo per capi delicati, mai lavare a secco. Necessario per la realizzazione “quilt” 85×100 cm circa Tessuti metri calcolati su altezza di 110 cm. Per realizzare questo “quilt” servono 4 fantasie chiare e 4 scure. 20 cm x 4 fantasia chiara 20 cm x 4 fantasia scura 30 cm di una fantasia chiara a vs scelta 50 cm di tre fantasie in contrasto tra di loro per i bordi 100 cm per il rovescio o “backing”. 110 cm di imbottitura Accessori Taglierina a disco Base antitaglio Righello/i Telaio per impunturare (opz) Filo ecru per quilting a mano (opz) Aghi per quilting a mano (opz) Macchina da cucire   schema-log-cabin da stampare

Ti potrebbe anche interessare:

Pin It on Pinterest

Share This
Consigli per cucire Come realizzare una copertina Log Cabin per carrozzina o lettino