Desideri un tubino in macramè? Ecco come realizzarlo

Il 1 ottobre 1926 comparve sulla rivista Vogue, un capo che sarebbe in seguito diventato una vera e propria icona di stile e che ancora oggi persiste e persisterà nei secoli dei secoli, sua maestà il tubino nero. La sua ideatrice? Donna che ha rivoluzionato la moda del novecento, stanca delle costrizioni imposte dalla società anche per quanto riguarda l’abbigliamento femminile. Si, lei, Coco Chanel, chi altri sennò?

Diciamoci la verità, il tubino nero salva sempre. Supponiamo di dover partecipare ad un evento importante, non vogliamo risultare troppo casual, ma neanche Maria Antonietta durante la cerimonia del primo incontro con Luigi VI!

Quindi, cosa possiamo scegliere?

Il tubino nero ovviamente! Grazie di cuore, Chanel, a nome di noi tutte.

Quale materiale scegliere per realizzare il tubino nero?

Se c’è un materiale che denota classe e femminilità, questo è senza dubbio il macramè. La definizione che ne da Wikipedia è “intreccio raffinato e grazioso”. E infatti a guardare capi con questo tipo di pizzo, fa subito pensare a eleganza e charme.

I vestiti in macramè richiamano all’Houte Couture, la leggerezza del tessuto, tuttavia, non lo rende pesante. Un abito in macramè, come abbiamo detto, è sintomo di raffinatezza ma, senza risultare ingessate o troppo impostate quando lo indossiamo.

In questo articolo vedremo come realizzare un tubino in macramè.

Vuoi realizzare un tubino in macramè?

In primis con l’ausilio di un metro da sarta, prendi le misure esatte del tuo modello, una volta terminato con le misure, dovrai prendere il tessuto al metro.

Hai il tessuto? Bene, stendilo su un tavolo e con un carta modello e un gessetto andrai a disegnare la sagoma del davanti e dietro del retro, del tuo capo. La sagoma dovrà, successivamente, essere ritagliata. Dovrai anche fare una lieve imbastitura.

Taglia le linee che hai tracciato sopra il cartamodello, ricorda di lasciare almeno 1,5 cm di stoffa per le cuciture. Per il retro le operazioni da eseguire sono le stesse, ritaglia e lascia uno spazio sufficiente per le cuciture. Se desideri aggiungere maniche al tuo tubino, sappi che queste andranno inserite dopo.

Prendi un altro cartamodello e col gessetto traccia le linee per le maniche, dopodiché procedi col ritagliare. Le maniche saranno cucite in secondo momento, all’attaccatura del tubino.

Terminate queste operazioni, non ti resta che cominciare a cucire seguendo le istruzioni del cartamodello. Andrai a cucire prima i lati, posiziona la stoffa al rovescio e piegala di almeno mezzo centimetro. Utilizza il ferro da stiro per distendere la piega.

Esegui il punto a zig zag, con la macchina da cucire. Andrai, pertanto, ad unire la parte anteriore a quella posteriore del tuo abito.

Non dimenticare, comunque, di seguire le istruzioni del cartamodello, nel caso siano annotate altre indicazioni, esegui prima quanto riportato.

Cos’altro bisogna fare?

Cucire la scollatura. Piega mezzo centimentro di stoffa e col ferro da stiro rendilo piatto. Per evitare che i bordi si slabbrino, utilizza dei punti dritti per cucire il collo.

Ricorda di lavorare su una macchina da cucire professionale, al fine di ottenere un risultato impeccabile.

Sewshop può aiutarti a trovare quella giusta per cucire il tuo tubino in macramè, troverai un’ampia gamma di macchine da cucire delle marche più prestigiose come Necchi, Singer, Pfaff, Husqvarna – Viking, Juki, Elna, Brother a prezzi speciali.

Ti potrebbe anche interessare:

Pin It on Pinterest

Share This
Consigli per cucire Come realizzare un tubino in macramè