Non è raro che molte persone appassionate di cucito, dopo aver utilizzato per un certo periodo di tempo una macchina da cucire, decidano di fare un passo aventi e passare ad una tagliacuce. Questo tipo di macchina ha funzionalità diverse rispetto alla semplice macchina da cucire, e per questo può essere utilizzata con notevoli vantaggi per molti progetti, non necessariamente complessi.

I modelli di tagliacuce sul mercato

Non tutte le macchine sono uguali. Facciamo una piccola rassegna delle caratteristiche dei modelli più diffusi, partendo dalle tagliacuci disponibili su Sewshop.

Partiamo da un aspetto decisamente non trascurabile, quello relativo al prezzo. Una macchina tagliacuce non ha un prezzo prefissato, e come per tutti i prodotti, questo varia in base alle caratteristiche del prodotto e al marchio scelto. In linea di massima si consideri che i modelli più economici sono sufficienti alcune centinaia di euro, mentre chi desidera uno dei modelli con il maggior numero di funzioni dovrà tenere un conto un budget che supera i mille euro (ma fate sempre attenzione alle offerte speciali!). Consigliamo quindi di individuare la spesa massima che si intende sostenere e poi di valutare le diverse opzioni di macchine in base a questo fattore.

 

Un’altra grossa distinzione tra le tagliacuce sul mercato riguarda l’elettronica. Molti dei modelli disponibili sono di tipo meccanico, ma non manca un’offerta di modelli elettronici, disponibili di solito sulle macchine più complesse e adatte anche ad un utilizzo professionale o semi professionale. La scelta di un modello elettronico non comporta necessariamente difficoltà di utilizzo o di apprendimento della macchina stessa; infatti le migliori case hanno semplificato al massimo l’utilizzo delle macchine proprio per estendere le possibilità di utilizzo al maggior numero di persone.

Tagliacuci Juki MO-1000

A questo punto in molti si chiederanno quali siano i marchi che offrono macchine taglia e cuci. I marchi di solito sono quelli delle più note case di macchine di cucire; tra le proposte del sito indichiamo ad esempio Singer, Necchi, Pfaff, Juki o Toyota, ma consigliamo comunque di non escludere l’acquisto di una macchina con le caratteristiche desiderate solo perché non appartiene ai marchi più noti!

Passando alle specifiche delle macchine, caratteristica comune è la possibilità di cucitura con un numero di fili che varia da due a quattro. Il numero di punti eseguibili in un minuto varia a seconda della macchina, ma non è difficile trovare taglia e cuci con una media di almeno 1.000 punti al minuto. Caratteristica comune a molti dei prodotti è la possibilità di regolazione del piedino e del trasporto differenziale, in modo da poter regolare la macchina in base alla tipologia di tessuto utilizzato.

Un punto che differenzia tra loro le diverse macchine riguarda la possibilità di esecuzione dei punti, di norma regolabili sia per tipologia sia per lunghezza del punto stesso.

Prima dell’acquisto consigliamo sempre di valutare con attenzione le caratteristiche dei prodotti che si stanno prendendo in considerazione, eventualmente rivolgendosi al numero di telefono indicato sul sito per un consiglio personalizzato.

Ti potrebbe anche interessare:

Pin It on Pinterest

Share This
Come usare una taglia e cuci Prima di passare alla tagliacuce: scopriamo i modelli in vendita